Regione Sicilia: giunta Approva ‘collegato’ manovra

 Fondi per portare a termine opere rimaste incompiute, ripianamento dei debiti delle ex Province di cui si farà carico la Regione attraverso il mutuo con Cdp, risorse sul fondo di rotazione per le Ipab e per l’Irsap, il rafforzamento dell’Irfis che potrà utilizzare 80 milioni di euro che erano vincolati, la nascita del Centro direzionale della Regione, l’applicazione del contratto delle autostrade al personale del Cas, la creazione dell’Agenzia per il turismo.
Sono alcuni degli interventi contenuti nel ‘collegato’ alla manovra finanziaria, approvato ieri sera dalla giunta Musumeci.
Gli uffici dell’Economia stanno assemblando il testo che comprende una cinquantina di articoli, poi sarà trasmesso all’Ars e quindi alla commissione Finanza per l’esame assieme a bilancio e legge di stabilità. Per i ‘collegato’ sarebbe stata messa a disposizione una somma inferiore a 30 milioni di euro.

“Una manovra di bilancio complessa ed articolata che nei prossimi giorni potrà dare ai siciliani nuove opportunità liberando risorse finanziarie, a partire dalle Province, dopo il fondamentale accordo di finanza pubblica con lo Stato”. Lo scrive sul suo profilo Fb, l’assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao, dopo l’approvazione ieri sera del ‘collegato’ alla manovra finanziaria, varato dalla giunta regionale, presieduta da Nello Musumeci, che si è riunita per circa dodici ore in un albergo nel lago di Pergusa. Il testo sarà ora trasmesso all’Ars e alla commissione Bilancio per l’esame congiunto con il documento contabile e la legge di stabilità. Oggi intanto si riunirà la Conferenza delle Regioni per impostare il lavoro per il 2019. “Sarà un anno determinante per il regionalismo differenziato e per la nostra contemporanea autonomia finanziaria”, sostiene Armao.

Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*