A Trapani , “Stragusto” il festival del cibo da strada dal 25 al 29 luglio

Sapori, odori, colori, voci tipici dei Mercati fanno da atmosfera ad uno degli eventi gastronomici siciliani più apprezzati: Stragusto, il festival del cibo da strada che torna a Trapani, con la decima edizione, uutti i giorni, dal 25 al 29 luglio nella piazza dell’antico Mercato del Pesce. La manifestazione ospita tanti produttori di cibo da strada provenienti da diverse regioni d’Italia e dal mondo. Un percorso ideale dove gusto, cultura e tradizioni si intrecciano.
Fra le novità anche l’area Wine Tasting, con i migliori vini del territorio, imperdibile al tramonto, dalla splendida terrazza delle mura di Tramontana. Anche quest’anno per evitare le code alla cassa vi sono i gettoni – degustazione che sono in prevendita, a partire da lunedi, a Trapani (info point “Trapani, istruzioni per l’uso”), Marsala (Egadi Charter) e San Vito Lo Capo (libreria Arcobaleno). Sul sito www.stragusto.it, è possibile trovare tutti gli indirizzi.
L’obiettivo di “Stragusto”, iniziativa organizzata da Trapani Welcome in collaborazione con Ps Advert, la ProLoco Trapani Centro e con il patrocinio del Comune di Trapani, è quello di recuperare e valorizzare il grande patrimonio offerto dai produttori del cibo da strada, veri e propri artigiani del gusto, che tramandano la tradizione culinaria della propria zona di generazione in generazione. Per l’edizione 2018 non mancheranno i sapori trapanesi (la frittura di pesce, la rianata, la caponata, i dolci tipici, il polpo bollito,i sapori tunisini fra falafel, fricassè, brik e altre specialità, i sapori fiorentini con il panino al lampredotto dello street chef fiorentino Luca Cai che da dieci anni è un punto di riferimento della manifestazione. Immancabile il cibo di strada palermitano, il pane cà meusa e quello con le panelle oltre allo sfincione e altre prelibatezze; altri stand saranno dedicati al “cùscusu” tipico trapanese; i panini con tonno e altri prodotti del territorio di Assud Cibo da Strada.
In degustazione anche i dolci delle feste curati dall’associazione “Profumi di Sicilia” di Calatafimi, i sapori delle Madonie con i dolci tipici e il torrone preparato dal vivo.