Spettacolo. La storia di Valentina Franzone : Tra palcoscenico , cinema e tanta passione

Palermo, 08 luglio 2024 – Valentina Franzone non è solo un nome nell’ambito teatrale e nel settore cinematografico italiano indipendente, ma una figura emergente che ha saputo lasciare il segno grazie alla sua passione, dedizione e talento. Nata e cresciuta a Palermo, Valentina ha intrapreso un percorso artistico ricco di esperienze e riconoscimenti che ne attestano la bravura e l’impegno costante. Abbiamo avuto il piacere di intervistarla per scoprire di più sulla sua carriera e sui suoi progetti futuri.

– Valentina, grazie per essere qui con noi. Vorrei iniziare chiedendoti come è nata la tua passione per la recitazione.

– Grazie a voi per l’invito. La mia passione per la recitazione è nata da subito. Mi sono sempre sentita attratta dal teatro e dalla possibilità di esprimere emozioni e storie diverse. Ho iniziato con piccoli laboratori teatrali e da lì è nata la voglia di approfondire e professionalizzare questo interesse.

– Il tuo curriculum è davvero notevole. Potresti raccontarci quali sono state le tappe fondamentali della tua formazione artistica?

– Certamente. La mia formazione è iniziata con vari corsi intensivi presso Kalama Film e Associazione Le Melarance, dove ho avuto l’opportunità di lavorare con attori e registi come Marco Bellocchi e Luciano Falletta. Un momento cruciale è stato il laboratorio “Crea il tuo personaggio” presso Spazio Marceau. Successivamente, ho continuato a perfezionarmi presso la Scuola Cinema Sud e la scuola diretta da Mario Pupella e Lollo Franco. Ogni esperienza mi ha arricchita e ha contribuito a definire il mio stile e la mia presenza scenica.

–  Hai avuto ruoli sia nel cinema che nel teatro. Ci sono differenze sostanziali tra questi due mondi dal tuo punto di vista? Ami i ruoli drammatici o comici.?

– Assolutamente sì. Il teatro è immediato, c’è un contatto diretto con il pubblico che rende ogni performance unica e irripetibile. Il cinema, invece, permette di lavorare su dettagli più sottili e di raggiungere un pubblico molto più ampio grazie alla distribuzione. Amo entrambi, ma richiedono approcci e tecniche diverse. Nel cinema, ad esempio, ho avuto ruoli in film come “C’era la luna” e “Corpo Muto”, mentre a teatro ho interpretato personaggi in spettacoli come “Il berretto a sonagli” di Pirandello e “I giganti della montagna”. Ultimamente ho preso parte a due spettacoli, Ferro vecchio m’Accattu e il Decamerone Siciliano diretti dal maestro Bibi Bianca. In queste occasioni sono cresciuta moltissimo grazie agli insegnamenti di BibiBianca e l’approcciarsi ai cunti siciliani e alle tradizioni giullaresche. Ho anche avuto un ruolo molto drammatico , Giulia, nello spettacolo Vignicella di Vincenzo La Lia, andato in scena al teatro Biondo di Palermo nel maggio 2024. Amo sia i ruoli drammatici che comici e mi trovo a mio agio in entrambi.

–  Tra i tanti premi e riconoscimenti, quale ti ha reso più orgogliosa?

–  Il premio “Migliore attrice” al Corto Film Festival Città di Palermo per il cortometraggio “Corpo Muto” è stato un grande onore per me. Quel ruolo è stato particolarmente impegnativo e ricevere un riconoscimento per il mio lavoro è stato estremamente gratificante. Inoltre, rievere il premio come migliore attrice al Rome International Short Festival ed essere semifinalista al Paris Short Film Festival e ricevere premi per la miglior regia e progetto in vari festival internazionali mi ha confermato che la strada che sto percorrendo è quella giusta.

– Quali sono i tuoi progetti futuri? Hai qualche nuovo film o spettacolo in cantiere?

Al momento, sto lavorando su diversi progetti sia teatrali che cinematografici. Prossimamente con l’associazione I Briganti di Bibi Bianca stiamo mettendo in scena il Triunfu di Santa Rosalia presso il Parco Villa Filippina di Palermo dove interpreterò l’Angelo. Mi piace esplorare nuove sfide e ruoli diversi, quindi spero di poter continuare a crescere e imparare in questo meraviglioso mondo dell’arte.

 Valentina, grazie mille per il tuo tempo e in bocca al lupo per i tuoi progetti futuri.

Grazie a voi per questa bella chiacchierata. Crepi il lupo!

Valentina Franzone rappresenta un esempio brillante di come la passione, unita alla formazione e al duro lavoro, possa portare a risultati eccellenti. Con una carriera che continua a crescere e numerosi progetti all’orizzonte, siamo certi che sentiremo parlare ancora molto di lei.

Precedente Regione, la Giunta approva la riforma della dirigenza. Successivo Palermo : Presentato il Festino di Santa Rosalia 2024 "Sarà un evento che i palermitani e i turisti ricorderanno per sempre"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.