Papa a giovani siciliani: accogliete i popoli che vengono da voi.”Un cristiano che non è solidale non è cristiano”

“Dovete essere aperti a tutti i popoli che vengono da voi: un cristiano che non è solidale non è cristiano”: così Papa Francesco ai giovani incontrati a Palermo.

“Mi è piaciuto sentirvi dire che la Sicilia, al centro del Mediterraneo, è sempre stata terra di incontro”, ha detto Francesco rispondendo alla domanda di un ragazzo. “Non si tratta solo di una bella tradizione culturale, è un messaggio di fede. Perché la fede si fonda sull’incontro di Dio. Purtroppo oggi viviamo in un mondo di scontri non di incontro. Ma Dio non ci ha lasciati soli, è sceso a incontrarci. Ci ha voluti incontrare e salvare insieme, come popolo, non come individui. Allora l’altro, la sua dignità, l’accoglienza, la solidarietà per noi non sono buoni propositi per gente educata, ma tratti distintivi del cristiano. Sono i nostri preziosi distintivi, perché il cristiano crede che Dio si è fatto uomo e che allora amando l’uomo, ogni uomo, si ama Dio. Non lo dico io, ma Gesù”.

“Un cristiano che non è solidale non è cristiano”, ha detto il Papa, “se non siete capaci di sporcarvi le mani mai sarete accoglienti”. Askanews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*